06 lug 2007

Rihanna - Good Girl Gone Bad


Come ormai da ben 3 anni accade nel periodo estivo, Rihanna ci riprova ancora una volta con un nuovo album in studio e ancora una volta non delude le aspettative. Anzi la ragazza delle Barbados dimostra di essere cresciuta dal secondo album. Infatti, per quanto avesse spunti interessanti, "A Girl Like me" si dimostrava come un album di chiara transizione artistica e subiva una notevole perdita di ritmo nella seconda parte. Ma torniamo al presente, con dei producers di tutto rispetto, Rihanna è riuscita a mettere insieme un buon cd, vario e piuttosto innovativo.
Anche se in alcune tracce si sente un pò troppo la mano di Timbaland, non è detto che sia negativo visto che è il producer dell’anno e se qualcuno rimarrà deluso, quelli saranno soltanto i fan dell’abbandonato Raggaetown.

Non servirebbe soffermarsi troppo sul primo singolo Umbrella, una canzone con un beat decisamente accattivante e con un chorus ipnotico che si è già confermata ai vertici delle classifiche. Se proprio devo trovare una pecca in quella che potrebbe essere la hit dell’estate la colpa va all’intro di Jay-Z che purtroppo con il suo rap non fa altro che riportarci alla mente Beyoncè, rivale numero uno di Rihanna.
Molto riuscita anche la seconda Traccia "Push Up On Me", potrebbe ricordare ai più lo stile di Timberlake, ma resta un’ottima scelta per farci immergere nelle atmosfere del disco.

"Please don’t stop the music" riprende un sample vocale da Wanna be Startin' Something di Michael Jackson è un riuscito tuffo nel dance (mai sperimentato così da Rihanna) e la dirty "Breakin’ Dishes" segue calca un pò l'ultimo successo della combriccola di amici Furtado/Timberlake/Timbaland, Give It To Me.

Il secondo singolo usa "Shut Up & Drive" sarebbbe potuto essere tranquillamente l’apripista con quell’aria rock ed è stato fatto uscire quasi in contemporanea al primo, forse per fovorire le vendite dell’album? (finora poco rosee nella carriera di Rihanna).

"Hate that i love you" è di poco colore se si pensa che è una collaborazione con la promessa r’n'b Ne-Yo ed è anche pessima la scelta di farla seguire da "Say It" (a mio parere il pezzo meno riuscito dell’album). Questo rallentamento viene facilmente dimenticato dalla traccia numero 8, una spiritosa "Sell Me Candy" e la circense "Lemme Get That".

Le successive ballad sono di buona qualità, cito in particolare "Rehab" (scritta da Justin Timberlake) e dalla Rihanna-pensiero "Question existing", (cito il chorus molto zen:"Who Am i Living For?").

Insomma Rihanna si conferma una ragazza dalle mille risorse, dopotutto se ne erano accorti anche quelli della DefJam con la quale ha stretto un contratto per ben sei album!

Buon ascolto e posso tranquillamente azzardare: Appuntamento tra un anno con un nuovo album…
Tracklist:
01."Umbrella" (featuring Jay-Z) - 4:360
2."Push Up On Me" - 3:15
03."Don’t Stop the Music" - 4:27
04."Breakin’ Dishes" - 3:20
05."Shut Up and Drive" - 3:33
06."Hate That I Love You" (featuring Ne-Yo) - 3:39
07."Say It" - 4:10
08."Sell Me Candy" - 2:45
09.."Lemme Get That" - 3:4110."Rehab" - 4:54
11."Question Existing" - 4:08
12."Good Girl Gone Bad" - 3:35
13."Cry" bonus tracks - 3:53
14."Haunted" bonus tracks - 4:08